La certificazione dei contratti di lavoro: il lungimirante percorso di ENBITAL

Un Ente che racchiude in sé acume e forza imprenditoriale

In un mercato del lavoro che si contraddistingue per una profondissima diversificazione delle tipologie contrattuali e dei bisogni di flessibilità, poter fare affidamento sulla certificazione dei contratti di lavoro garantisce una sicurezza determinante in fatto di correttezza dell’operato tra le parti. L’Ente Bilaterale Nazionale ENBITAL, leader di riferimento sul territorio Italiano nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, della formazione e del procedimento delle certificazioni, si fa portavoce della stringente necessità di tutelare le aziende e i singoli lavoratori: come una sorta di “bollino blu”, la certificazione ha il potere di aiutare le aziende ad essere sempre in regola, a fargli avere una maggior tranquillità nell’ambito delle ispezioni ed una grande marcia in più per difendersi al meglio in caso di eventuali contestazioni da parte degli organismi ispettivi.

La certificazione dei contratti di lavoro ha la principale finalità di ridurre il contenzioso in materia di lavoro attraverso una procedura che fornisce una sorta di “visto di conformità” ai contratti stessi. È stata introdotta, in attuazione della L. 30/2003, dagli artt. 75-84 del D.Lgs. 276/2003, ed è stata successivamente oggetto d’implementazione con l’art.30 del “Collegato lavoro” L.4 novembre 2010 n.183. La certificazione è volontaria ed il procedimento ha inizio su istanza comune delle parti: ad essa si può far ricorso sia quando si instaura un contratto che durante il suo svolgimento, in tutti i casi lo scopo è quello di prevenire ogni forma di contestazione in merito a effetti civili, amministrativi, previdenziali o fiscali del contratto di lavoro. L’atto di certificazione ha natura di provvedimento amministrativo, dunque non può essere oggetto di contestazione da parte degli ispettori del ministero del lavoro, dell’Inps, dell’Inail e così via.

Presso ENBITAL è istituita la Commissione Nazionale di Certificazione dei Contratti di Lavoro, che attraverso esperti altamente qualificati svolge la funzione di certificare, appunto, tutti i contratti in cui sia dedotta, direttamente o indirettamente, una prestazione di lavoro. Il duplice obiettivo è quello di migliorare sensibilmente il mondo della contrattualistica ed eliminare le incertezze giuridiche nei rapporti di lavoro. Grazie alla capillarità della sua presenza nell’intero territorio nazionale, ENBITAL realizza tutto questo proponendosi come trait d’union tra l’esigenza di inquadrare correttamente ogni tipologia contrattuale in ambito civile, amministrativo, previdenziale e fiscale e l’obiettivo di diminuire i contenziosi amministrativi e giudiziari relativi alla qualificazione dei contratti di lavoro.

Di seguito il commento della Presidente della Commissione ENBITAL Avv. Manuela Provino, voce autorevole nel campo delle certificazioni:
“L’importante funzione della Commissione è quella di stabilire che vi sia corrispondenza tra la volontà espressa dalle parti contrattuali ed il contenuto del contratto da certificare, e può essere diretta sia alla qualificazione del rapporto quanto all’accertamento dell’autenticità delle clausole in esso presenti. La Commissione ENBITAL, essendo istituita presso un ente bilaterale che opera in ambito nazionale ed europeo, può certificare i contratti stipulati in qualunque parte d’Italia, indipendentemente dal luogo in cui i datori di lavoro hanno sede. La certificazione ha raggiunto obiettivi importanti: per consentire alle imprese di operare e ai lavoratori di avere riconosciuti i diritti è necessario avere l’assistenza di tecnici che li aiutino a coniugare le reciproche esigenze. In questo contesto la certificazione targata ENBITAL svolge in maniera ottimale tale servizio, offrendo a imprese e lavoratori gli strumenti giusti per regolamentare in maniera efficace i rapporti di lavoro, in modo da affrontare al meglio le nuove sfide del mercato del lavoro”.

Per saperne di più http://certificazionecontratti.it/